blog

La causa definisce la strategia anticoncorrenziale e illegale

La causa definisce la strategia anticoncorrenziale e illegale

Tutti i 46 governatori presenti sono contrari alla privazione dei benefici sanitari di qualsiasi americano, ha detto McAuliffe. "In realtà, vogliamo espandere (cura)," Ha aggiunto.

I governatori hanno speso "tutto il fine settimana" discutendo dell’ACA, secondo Sandoval, che ha detto che l’incontro con i membri della nuova amministrazione lo ha reso fiducioso che i governatori possano lavorare con loro.

Ma quando gli è stato chiesto se fosse preoccupato che i legislatori repubblicani stessero cercando di abrogare gran parte dell’ACA, ha risposto: "Ovviamente sono preoccupato."

Molti stati sono divisi su cosa fare riguardo all’ACA, ha detto Herbert, aggiungendo: "C’è una preoccupazione per la sostenibilità." I democratici sono aperti ad ascoltare idee di riforma, ha detto McAuliffe, sottolineando che sono stati schietti perché originariamente erano preoccupati per un’abrogazione totale.

Il segretario dell’HHS Tom Price, MD, ha partecipato alla riunione della NGA, ha detto McAuliffe, rifiutandosi di entrare nei dettagli.

I governatori hanno anche parlato brevemente dello sfortunato divieto di immigrazione dell’Amministrazione e del suo impatto sull’assistenza sanitaria. McAuliffe ha detto che molti immigrati in Virginia non hanno cercato cure mediche di cui hanno bisogno perché temono di essere deportati.

Sabato, quattro ex governatori hanno parlato di problemi sanitari in una sessione plenaria di un’ora: Jim Douglas (R-Vt.), Jim Hodges (DS.C.), Ben Nelson (D-Neb.) E Haley Barbour (R -Perdere.). Erano meno ottimisti dei loro successori.

Douglas ha chiesto ai legislatori federali di farlo "lasciate che i governatori siano creativi" e Barbour ha sostenuto la concessione agli stati di maggiore responsabilità nel mercato sanitario. "I governatori devono stare attenti," Nelson ha detto, "stai attento e fai le domande giuste" dei legislatori federali. Ha detto Barbour: "I governatori sanno circa 50 volte di più su Medicaid di chiunque altro al Congresso."

Suo "folle" che qualsiasi legislatore affermi che l’ACA può essere abrogato e riformato nel giro di poche settimane, ha detto Barbour, definendo tale retorica "uno scherzo."

"Ci sarà bisogno di un compromesso," Ha detto Hodges. "Qui a NGA, la collegialità non è più quella di una volta," ha aggiunto, sottolineando che il rancore di parte impedisce a molti governatori di assumere la leadership sulle questioni sanitarie nazionali. La sua sfida per loro: "Hai accettato questo lavoro per il titolo o il lavoro?"

Hodges ha anche affrontato proposte basate sul mercato, dicendo che non risolveranno tutti i problemi. La tendenza della chiusura degli ospedali rurali nel suo stato non può essere rettificata da soluzioni basate sul mercato, ha affermato.

L’NGA ha anche rilasciato raccomandazioni sanitarie per il presidente Trump tramite il suo "Noi Stati Uniti" campagna. "I governatori sono particolarmente entusiasti delle riforme federali che forniscono agli stati una maggiore flessibilità per sviluppare soluzioni innovative che soddisfino le esigenze dei loro residenti," scrissero. "I governatori sono preoccupati, tuttavia, per l’impatto delle riforme federali che possono influire negativamente sui bilanci statali; l’economia sanitaria statale; e l’accesso a un’assistenza sanitaria economica e di alta qualità per i residenti."

La campagna suggerisce quanto segue:

"Nuove leggi e politiche dovrebbero essere elaborate con un’attenta considerazione dei bilanci statali e del settore economico sanitario e garantire l’accesso a un’assistenza sanitaria di alta qualità e conveniente per i residenti statali.""Poiché l’Amministrazione lavora per aiutare questa popolazione (Programma di assicurazione sanitaria per bambini), dovrebbe considerare di fornire ai programmi CHIP statali flessibilità per soddisfare le loro popolazioni uniche e supportare una nuova autorizzazione a lungo termine per fornire certezza agli stati.""Finanziamenti continui per programmi autorizzati per gli oppioidi per aiutare gli stati e le comunità a invertire la tendenza nell’epidemia di oppioidi; collaborare attivamente con i governatori per supportare la piena integrazione della salute comportamentale e fisica, nonché l’uso di pratiche basate sull’evidenza che includono l’intero spettro di servizi avvolgenti; e rivedere e modificare le politiche Medicare che possono impedire alle persone con disturbo da uso di oppiacei di ricevere tempestivamente l’accesso ai servizi di trattamento e recupero."

Trump ha parlato brevemente della sanità e degli Stati lunedì dopo l’incontro con i governatori, affermando che "abbiamo trovato una soluzione che è davvero davvero, penso, molto buona" ma senza entrare nei dettagli.

Il governo deve occuparsi dell’assistenza sanitaria prima che si occupi di tagli alle tasse, ha detto, "perché dobbiamo sapere quanto costerà l’assistenza sanitaria."

I dirigenti della compagnia farmaceutica Actavis sapevano di dover agire rapidamente per evitare un crollo nelle vendite del loro farmaco più venduto, Namenda (memantina), un trattamento per il morbo di Alzheimer che avrebbe perso la protezione brevettuale a luglio.

Quando ciò accadesse, le imitazioni generiche avrebbero invaso il mercato e medici e farmacisti avrebbero potuto trasferire i pazienti agli equivalenti a basso costo.

Con 1,5 miliardi di dollari di erogan sito ufficiale vendite annuali in gioco, Actavis è intervenuta: alla fine dell’anno scorso, ha pubblicizzato una nuova versione a rilascio prolungato del farmaco, chiamata Namenda XR, che può essere assunta una volta al giorno e garantisce la protezione brevettuale fino al 2029. non è insolito, ma Actavis ha fatto un ulteriore passo avanti nella campagna limitando la distribuzione del tablet originale a un’unica farmacia per corrispondenza e richiedendo ai medici di inviare una nota in cui si affermava che il vecchio farmaco era "necessario dal punto di vista medico" per i pazienti.

Questi sforzi sono al centro di una causa antitrust seguita da vicino che contrappone il produttore internazionale di farmaci contro il procuratore generale di New York, il quale afferma che la strategia di Actavis è stata progettata per costringere i pazienti a passare a un altro farmaco e scoraggiarli dal trasferirsi a un prossimo rilascio generici. La causa definisce la strategia anticoncorrenziale e illegale.

Actavis stava cercando di farlo "spremere fino all’ultimo dollaro dal loro franchise Namenda … senza preoccuparsi degli effetti … sui malati di Alzheimer altamente vulnerabili," Il procuratore generale Eric Schneiderman ha sostenuto nei documenti del tribunale.

Promossa da un regolatore, piuttosto che da una compagnia farmaceutica rivale, la causa segnala un crescente attivismo da parte del governo "in un momento in cui i pazienti, i medici e i contribuenti sono iper-consapevoli dell’aumento dei costi dei farmaci," hanno scritto Fenwick e l’avvocato occidentale Michael Shuster in un articolo sul caso.

New York ha vinto un’ingiunzione a dicembre che ha impedito all’azienda di limitare l’accesso a Namenda, una sentenza impugnata dal produttore di droga e ora davanti alla Corte d’Appello degli Stati Uniti per il Secondo Circuito. Una decisione potrebbe arrivare non appena il mese prossimo e potrebbe aiutare a definire fino a che punto i produttori di farmaci possono spingersi per proteggere i profitti di marca dai concorrenti generici quando i loro brevetti scadono.

Actavis, con sede a Dublino, che ha acquistato l’estate scorsa Forest Labs, sviluppatore di Namenda, ha affermato di non aver violato alcuna legge. Descrive le sue mosse come una decisione aziendale basata sul buon senso per spostare i clienti verso ciò che descrive come un prodotto migliore e più conveniente.

Actavis sostiene che l’ingiunzione avvantaggia i suoi concorrenti generici – e ostacola la futura innovazione dei farmaci – costringendola a dedicare scarse risorse alla produzione e alla distribuzione di un prodotto che vuole ritirare.

Cos’è l’anti-competitivo?

Gli sforzi dei produttori di farmaci per rafforzare la loro quota di mercato di fronte alla concorrenza dei generici non sono nuovi.

Ma due cose risaltano in questo caso: sebbene cinque produttori di farmaci affermino che introdurranno i generici sul mercato a luglio, al momento non ci sono alternative a Namenda o Namenda XR, poiché nessun altro farmaco per l’Alzheimer funziona allo stesso modo. I farmaci, che hanno lo stesso principio attivo, rallentano la progressione dei sintomi in alcuni pazienti ma non sono una cura.

L’altra preoccupazione è lo sforzo dell’azienda per limitare le vendite del suo vecchio farmaco prima della scadenza del brevetto. I critici affermano che i pazienti che sono passati al nuovo farmaco avevano meno probabilità che i loro farmacisti o medici sostituissero i generici quando questi si sono resi disponibili.

Jerry Avorn, professore alla Harvard Medical School e autore di "Farmaci potenti: vantaggi, rischi e costi dei farmaci da prescrizione," contesta lo sforzo del produttore di farmaci di richiedere ai pazienti che desideravano continuare a prendere il farmaco più vecchio di ottenere un certificato medico che citi la necessità medica.

"Se c’è una preoccupazione legittima per un farmaco, allora farlo è comprensibile," Egli ha detto. "Ma non va bene farlo perché un’azienda vuole rendere più difficile ottenere un farmaco più economico."

Nelle dichiarazioni alla stampa dell’epoca, Actavis disse che si aspettava che solo il 3% circa dei pazienti avrebbe ricevuto tale nota per rimanere nella versione due volte al giorno.

Negli Stati Uniti, i produttori di farmaci ottengono anni di protezione brevettuale per i prodotti approvati dalla FDA.

Ma una volta scaduti i loro brevetti e l’esclusività, gli equivalenti generici approvati dalla FDA possono competere, spesso abbassando i prezzi dell’80%.

I generici sono visti come il punto luminoso negli sforzi per rallentare la spesa per l’assistenza sanitaria. Poiché i farmaci generici costano meno, la maggior parte degli stati è passata "leggi di sostituzione" consentendo ai farmacisti di passare automaticamente i pazienti a farmaci generici equivalenti, a meno che la prescrizione del paziente non proibisca tale modifica. Gli assicuratori spingono anche l’uso generico fissando pagamenti inferiori per i generici.

Tattiche di “cambio forzato” e soft switch

Molte aziende hanno cercato di superare o contrastare la concorrenza dei generici, a volte trovando modi per estendere i brevetti, ad esempio riformulando i farmaci come rilascio prolungato o passando dalle compresse alle capsule. In altri casi, hanno pagato le aziende generiche per non lanciare – una tattica chiamata "pagamento per ritardo" che la Corte Suprema ha recentemente stabilito potrebbe violare le leggi antitrust in alcuni casi.

"Questo settore è molto esaminato perché i risparmi sui costi nel mondo generico sono piuttosto alti per il pubblico," ha detto l’avvocato David Rosen, capo dello studio FDA a Foley and Lardner a Washington, D.C.

Anche la commercializzazione aggressiva di farmaci sostitutivi è comune. Nexium, ad esempio, è diventato uno dei farmaci più venduti al mondo dopo che AstraZeneca ha lanciato una campagna estremamente costosa per pubblicizzarlo come "la nuova pillola viola" dopo la scadenza del brevetto nel 2001 sulla sua redditizia versione precedente del farmaco, Prilosec, che era di una tonalità simile.

"Interruttori morbidi," che sono campagne di marketing che pubblicizzano una nuova versione di un farmaco, generalmente non danno luogo a rivendicazioni antitrust di successo. Ma "costretto" o "difficile" gli interruttori, in cui le versioni precedenti dei farmaci vengono ritirate dal mercato o altrimenti limitate prima che i generici si stabiliscano, sono stati più problematici.

Una domanda posta nel caso di New York è se le azioni di Actavis costituissero a "interruttore forzato."

%d blogcu bunu beğendi: