blog

Sebbene la differenza fosse statisticamente significativa, il dott

Sebbene la differenza fosse statisticamente significativa, il dott

Spiega che Vioxx non è più disponibile negli Stati Uniti.

I ricercatori hanno detto che è stato il primo esempio chiaramente documentato di a "prova di semina," dove il marketing di un farmaco ai medici è l’obiettivo principale, piuttosto che rispondere a requisiti normativi o rispondere a una domanda scientifica.

Hanno detto la pratica "minaccia l’integrità delle relazioni tra industria, università, pazienti e società" nella misura in cui dissimula il vero scopo delle sperimentazioni cliniche, minando così il principio del consenso informato.

Si diceva da tempo che tali prove fossero una pratica comune, ma mancavano prove documentali, hanno detto il dottor Hill e colleghi.

Recentemente, un editoriale sul Journal of the American Medical Association ha suggerito che lo studio ENHANCE del prodotto di combinazione ezetimibe-simvastatina (Vytorin) fosse davvero una prova di semina. Tuttavia, gli autori hanno citato solo prove circostanziali per l’accusa.

Jonathan Edelman, M.D., direttore esecutivo del Centro globale per gli affari scientifici di Merck Research Labs, ha negato che lo studio ADVANTAGE avesse avuto origine dalla divisione marketing dell’azienda.

"ADVANTAGE è stato scientificamente guidato dalla divisione di ricerca clinica [di Merck]," ha detto, che ha ideato lo studio e ha lavorato con gli investigatori.

Il dottor Edelman ha detto che gli autori degli Annals of Internal Medicine "caratterizzato in modo errato" lo studio sulla base di una lettura errata dei promemoria e delle e-mail Merck e di un’incomprensione della struttura aziendale.

Lo studio ADVANTAGE, pubblicato su Annals of Internal Medicine nel 2003, ha reclutato circa 600 medici di base come ricercatori, ciascuno dei quali trattava in media circa nove pazienti. Lo studio è stato condotto appena prima dell’approvazione della FDA del rofecoxib nel 1999, con pazienti affetti da artrite randomizzati a rofecoxib o naprossene.

"Lo scopo di ADVANTAGE non era né di cercare una nuova indicazione né di eseguire la sorveglianza post-marketing," Il dottor Hill e colleghi hanno affermato, osservando che l’efficacia e la tollerabilità del farmaco erano già state affrontate almeno altrettanto accuratamente in altri studi.

I ricercatori hanno trovato promemoria e presentazioni interne di Merck in cui i dirigenti descrivevano lo scopo dello studio ADVANTAGE quasi esclusivamente sulla commercializzazione del farmaco.

Ad esempio, in un promemoria che nominava il processo per un premio di marketing interno, i dirigenti di Merck hanno scritto: "Gli obiettivi erano fornire la sperimentazione del prodotto a un gruppo di medici chiave per accelerare l’adozione di Vioxx come secondo concorrente in una nuova classe altamente competitiva e raccogliere dati importanti per questo gruppo di clienti."

Il memo ha rilevato che i medici di base scrivono il 60% delle prescrizioni per i farmaci contro l’artrite. "Lo studio ADVANTAGE ha utilizzato questo importante gruppo di prescrittori come investigatori. Oltre ad acquisire esperienza con Vioxx, molti di questi medici hanno ottenuto un’introduzione molto ambita alla ricerca clinica."

Ha anche rivelato che il personale di vendita Merck ha identificato i medici da reclutare per la sperimentazione e ha contribuito a monitorare i progressi della sperimentazione.

Il dottor Edelman ha risposto che il "obiettivi" a cui il memo si riferiva non riguardava lo studio in sé, ma piuttosto la campagna di marketing separata progettata per capitalizzare i risultati.

Ha anche affermato che il coinvolgimento del personale di vendita nello studio è stato limitato alla nomina di potenziali investigatori. La selezione finale è stata gestita dalla divisione di ricerca clinica, ha detto.

Il dottor Edelman ha detto che un altro promemoria di marketing, che chiama esplicitamente ADVANTAGE un processo di seeding, è stato scritto da qualcuno che non capiva cosa significasse il termine.

Il dottor Hill e colleghi hanno affermato che Merck e la sua società di pubbliche relazioni hanno fornito formazione sulle relazioni con i media agli investigatori di ADVANTAGE dopo che i risultati sono stati pubblicati per aiutarli a partecipare alla pubblicità risultante, secondo il documento trove.

E in un altro memo portato alla luce dal dottor Hill e colleghi, Edward Scolnick, M.D., allora capo della ricerca Merck, ha chiamato prove di semina "intellettualmente ridondante" e "dispendioso" e ha detto lo sforzo "compromette i grandi studi clinicamente significativi."

Tuttavia, il Dr. Edelman ha respinto il suggerimento del Dr. Hill e colleghi che ADVANTAGE fosse scientificamente ridondante con altri studi sul rofecoxib.

Ha detto che ADVANTAGE è stato l’unico studio sul rofecoxib fino ad allora che ha permesso l’uso concomitante di aspirina, che la società prevedeva sarebbe stato comune una volta che il farmaco fosse arrivato sul mercato. Anche altri studi non includevano molte pratiche di assistenza primaria, ha detto.

Il dottor Edelman ha anche sottolineato che Annals of Internal Medicine ha pubblicato lo studio in seguito a revisione tra pari, un’indicazione che scienziati indipendenti credevano che avesse un merito.

Una precedente revisione dei documenti del tribunale nelle cause Vioxx aveva rivelato che l’articolo del 2003 era stato scritto in modo fantasma. Nel 2005, l’autore principale dello studio ha affermato che una bozza era già stata preparata dal personale Merck quando è stato introdotto. (Vedi: Fewer Medical Journal Articles Planted by Phantom Authors tb 9084)

Merck ha insistito sul fatto che gli autori citati lo fossero "intimamente coinvolto" con lo studio.

Il dottor Hill e colleghi hanno affermato che sarebbe difficile per gli estranei sapere quando uno studio è in realtà un processo di semina.

"Senza l’accesso ai documenti interni, è quasi impossibile dimostrare l’intento delle aziende farmaceutiche nel condurre studi clinici. Anche con l’accesso a documenti interni, l’intento dello studio può essere difficile da dimostrare," scrissero.

In un editoriale di accompagnamento, Harold Sox, M.D., editore di Annals of Internal Medicine, amazon slim4vit prezzo e Drummond Rennie, M.D., vicedirettore del Journal of the American Medical Association, hanno detto che potrebbero esserci degli indizi.

"Un disegno in aperto, nessun gruppo di controllo, un’iscrizione molto ampia rispetto all’importanza della domanda, uno studio a breve termine su una malattia cronica, uno studio su un farmaco già approvato" sono tutte caratteristiche che potrebbero segnalare una sperimentazione condotta più per il marketing che per la scienza, hanno detto.

Hanno assegnato la responsabilità dello screening delle prove di semina su comitati di revisione istituzionali, aspiranti ricercatori e pazienti.

L’editoriale ha omesso le riviste scientifiche dall’elenco, ma in un’intervista, il dottor Sox ha affermato che anche loro avevano un ruolo da svolgere.

Ha detto che le riviste dovrebbero condurre le stesse valutazioni dei comitati di revisione istituzionali, cioè determinare se la ricerca affronta una vera questione scientifica.

"Se le riviste sono interessate a pubblicare risultati nuovi e suscettibili di cambiare la pratica, è probabile che rifiutino le prove di semina," Egli ha detto.

Ciò non è accaduto con il processo ADVANTAGE, ha riconosciuto.

"Pensavamo ci fosse un messaggio importante [nel processo], ma non quello che Merck stava spingendo," Ha detto il dottor Sox.

Lo studio ha rilevato che le interruzioni nello studio si sono verificate a un tasso del 5,9% con rofecoxib rispetto all’8,1% con naprossene. Sebbene la differenza fosse statisticamente significativa, il dottor Sox ha detto che era clinicamente marginale, soprattutto dato il costo molto maggiore del rofecoxib.

"Essendo stato bruciato su questo, staremo più attenti," Ha aggiunto.

Nell’editoriale, lui e il dottor Rennie hanno affermato di sperare che le rivelazioni su ADVANTAGE possano scoraggiare future prove di semina.

"Il semplice fatto di illuminare la loro esistenza potrebbe aver già seminato i semi della loro distruzione," scrissero. "Il passo successivo sarebbe un consenso della società sul fatto che è sbagliato ingannare i comitati di revisione istituzionali e i partecipanti sul vero scopo di un processo."

Lo studio è stato sostenuto dalla Robert Wood Johnson Foundation e dalla Hartford Foundation.

Gli autori dello studio hanno tutti ricevuto pagamenti come consulenti per i querelanti in un contenzioso contro Merck.

Gli editorialisti non hanno segnalato potenziali conflitti di interesse.

Fonte secondaria

Annali di medicina interna

Fonte di riferimento: Hill K, et al., "Il processo di seeding ADVANTAGE: una revisione dei documenti interni" Ann Intern Med 2008; 149: 251-58.

Fonte aggiuntiva

Annali di medicina interna

Fonte di riferimento: Sox H, et al., "Prove di semina: basta dire “no”" Ann Intern Med 2008; 149: 279-80.

LITTLE FALLS, NJ, 29 luglio – Il National Heart, Lung, and Blood Institute ha interrotto un processo di sildenafil (Revatio) in pazienti con anemia falciforme con ipertensione polmonare a causa dell’aumento dei ricoveri per crisi falciformi o dolore intenso, ha detto l’agenzia .

Circa il 38% dei pazienti con cellule falciformi nello studio Walk-PHaSST che assumevano sildenafil per trattare l’ipertensione polmonare ha avuto eventi avversi gravi – principalmente crisi di dolore a cellule falciformi – rispetto all’8% dei pazienti trattati con placebo (P = 0,006).

"Inaspettatamente, il farmaco stava inducendo questa complicazione a cellule falciformi," ha detto Mark Gladwin, MD, ricercatore capo del processo e direttore dell’Istituto di medicina vascolare presso l’Università di Pittsburgh.

Il dottor Gladwin ha detto che la complicazione è "molto serio, ma comune" tra i pazienti con anemia falciforme, con la maggior parte che ha circa due ricoveri correlati all’anno.

Ma ha detto che i dati provvisori mostrano "uno squilibrio davvero grande [tra i gruppi di trattamento e placebo]. È difficile immaginare che non sia reale."

Lo studio è stato interrotto quasi un anno prima, dopo una revisione intermedia dei dati sulla sicurezza di 33 pazienti per 16 settimane di trattamento.

Il dottor Gladwin ha detto che i ricercatori ora analizzeranno i dati raccolti fino ad ora per l’efficacia nel trattamento dell’ipertensione polmonare in questi pazienti.

Per quanto riguarda la spiegazione dei risultati del dolore, il dottor Gladwin ha detto che il farmaco può avere un effetto sulla segnalazione dell’ossido nitrico, che può aumentare la sensazione di dolore.

Un precedente studio pilota su 12 pazienti non ha prodotto risultati simili per quanto riguarda le crisi falciformi, ha detto il dottor Gladwin. I pazienti in quello studio, tuttavia, sono stati trattati con idrossiurea, che viene utilizzata per gestire gli attacchi dolorosi associati all’anemia falciforme.

"Può essere che il sildenafil sia sicuro per i pazienti in terapia con idrossiurea, ma non lo sappiamo," Egli ha detto.

Lo studio Walk-PHaSST ha iniziato a reclutare pazienti nel luglio 2007 e ne ha arruolati 74 che sono stati assegnati in modo casuale a sildenafil o placebo per 16 settimane. Successivamente, i pazienti potevano iscriversi a un follow-up in aperto della durata di un anno.

Un totale di 33 partecipanti avevano completato il processo quando è stato interrotto il 7 luglio 2009.

Il direttore dell’NHLBI Elizabeth Nabel, MD, ha osservato che poiché i problemi medici nello studio erano complicazioni specifiche dell’anemia falciforme, i risultati non si applicano ad altri pazienti con ipertensione polmonare per i quali il farmaco "si è dimostrato sicuro ed efficace."

%d blogcu bunu beğendi: